Comunicato stampa del 21 gennaio 2016

L'associazione Help Tutela e Sostegno dei Consumatori, ritiene che gli annullamenti di queste ultime settimane da parte della commissione provinciale tributi, di cartelle di accertamenti Soget, sono solo la punta di un iceberg che nascondano in realtà il fallimento di una politica sui tributi messa in campo negli ultimi anni dal Comune di Salerno, che ha di fatto trattato i contribuenti utenti cittadini di Salerno come “Clienti “ da spremere e da vessare, acuendo le ingiustizie sociali e aggravando all'inverosimile la situazione di utenti in difficoltà,

che oltre a dover affrontare e fronteggiare Equitalia ha visto l'affiancarsi di un altra società di recupero crediti la Soget Spa, che ha avuto come unico obiettivo nel suo modus operandi quello di fare profitto a discapito della cittadinanza e con la complicità del Comune di Salerno. un esempio tra tutti è ciò che è venuto fuori in questi ultimi giorni , basti ricordare la lettera del dirigente del settore Tributi inviata lo scorso 31 dicembre al direttore del settore Ragioneria LorisScognamiglio, a quello dell’esecuzione del contratto Simona Adinolfi e per conoscenza al sindaco, all’assessore al Bilancio e al segretario generale, nella quale a chiare lettere si evince che Il Comune non ha effettuato il dovuto accertamento sugli avvisi emessi dalla Soget, lo stesso dirigente denuncia la scorretta azione messa in campo dalla Soget e il pericolo che miglia di accertamenti non verificati possano provocare l'aumento del contenzioso oltre che la vessazione dei cittadini. Pertanto chiediamo con forza che venga ripristinato un sistema di trasparenza e di equità , innanzitutto annulando in auto tutela tutti gli accertamenti effettuati dalla Soget spa e non verificati dal Comune, e poi revocando ad Horas il contratto stipulato con la stessa società, che ha dimostrato con i fatti un comportamento inadeguato e scorretto. Denunciamo infine anche una modalità di rateizzazione molto restrittiva che non viene in contro alle persone in difficoltà, basti portare un esempio, oggi Equitalia rateizza fino a 50 euro al mese per 72 rate per i disoccupati o basso reddito, Soget Spa consente solo dodici rate per cifre inferiori a 3 mila euro, dunque questa è un altra questione che solleviamo e di cui chiediamo con forza al Comune di Salerno di risolvere, venendo in contro alle esigenze soprattutto di chi vuole mettersi in regola pur non avendo le risorse necessarie ma con dignità vuole regolarizzare la sua situazione tributaria.

L'associazione è disponibile a dare consulenza gratuita a tutti gli utenti e cittadini attraverso i propri consulenti.